Solaio in semplice appoggio



  Prima degli anni 1970 il salaio alveolare veniva applicato a servizio della "prefabbricazione" la quale prevedeva prevalentemente strutture assiemate a secco e quindi semplicemente appoggiate.
Ogni campata di solaio in appoggio semplice deve potersi inflettere liberamente sotto l' azione dei carichi sia permanenti che accidentali.

Inoltre è indispensabile assicurare i dovuti collegamenti con le strutture portanti. E' quindi richiesta apposita armatura lenta posizionata più bassa possibile e ben ancorata, atta a sopportare il momento positivo di campata che si sviluppa in zona di aderenza dell' acciaio precompresso.
A tale scopo è prescritto che, in caso di semplice appoggio, l' armatura possa assorbire allo stato limite ultimo, uno sforzo di trazione pari all' intero taglio all' appoggio.
Si raccomanda per queste armature taglio resistenti un interasse non superiore a 60 cm con eccezione per i solai di semplice copertura per i quali si usa normalmente l' interasse di 120 cm a motivo dell' esiguità degli sforzi taglianti.
Occorre prestare particolare attenzione che nei solai semplicemente appoggiati non insorgano indesiderati momenti negativi dovuti a disattenzioni costruttive che possono provocare inopportune fessurazioni al lembo superiore.



Vedi Manuale ASSAP par. 4.2.1.

Contatti

Compila il modulo per informazioni o per prenotare una visita.



Autorizzo il trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs. 196/2003. Dichiaro di aver letto l'Informativa sulla Privacy.

INVIA