Solaio in continuità






La continuità viene "raccomandata", cosi come i collegamenti alle testate, quando è importante ottenere un complesso strutturale monolitico. In presenza cioè di edifici antisismici o garages sotterranei nei quali le strutture sono composite, con presenza di travi prefabbricate e getti in opera di completamento.
La continuità diviene "indispensabile" quando il solaio alveolare viene inserito in luce netta in una struttura completamente gettata in opera sia essa costituita da pilastri e travi o da pareti portanti.
In questi casi i solai alveolari vengono collegati in luce netta alia struttura portante senza il sostegno di un appoggio e perciò risulta strutturalmente inammissibile il vincolo di semplice appoggio (vedi Fig. 4.9.b).
II vincolo di continuità è "indispensabile" anche quando la finitura del pavimento è tale da non ammettere fessurazioni visibili nelle vicinanze dell'appoggio e quando le frecce sotto i carichi accidentali ed i carichi di lunga durata devono essere ridotte al minimo.
La continuità è "raccomandata" anche quando l'ala compressa della trave deve coinvolgere strutturalmente la porzione di solaio alveolare ad essa adiacente.
Questa porzione di solaio collabora strutturalmente come parte integrante della trave stessa.
Ciò permette di ottenere una trave portante piu bassa (vedi Fig. 4.16).



Vedi Manuale ASSAP par. 4.2.2 e 4.2.3

Contatti

Compila il modulo per informazioni o per prenotare una visita.



Autorizzo il trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs. 196/2003. Dichiaro di aver letto l'Informativa sulla Privacy.

INVIA